Segui questo blog tramite email

giovedì 26 novembre 2020

I generi dell'oratoria e la struttura dell'orazione

L'oratoria nel mondo greco-latino è considerata la forma più alta di prosa d'arte: una prosa che si discosta dal linguaggio comune per alcune caratteristiche peculiari. A Roma essa diviene strumento essenziale dell'uomo politico, che deve riuscire a ottenere il consenso attorno alle sue proposte e l'abilità oratoria si fa largo come una delle qualità importanti del civis.

Il valido oratore - secondo due tecnici dell'ars oratoria come Cicerone e Quintiliano - deve essere in grado di svolgere una triplice azione nei confronti del pubblico:

- docere et probare, cioè informare l'uditorio e dimostrare in modo convincente la propria tesi;

- delectare, cioè catturare l'attenzione e il favore del pubblico attraverso un discorso piacevole e artisticamente pregevole;

- movere (o flectere), cioè commuovere il pubblico, per farlo aderire alla tesi esposta a livello emotivo prima ancora che a livello razionale.

martedì 24 novembre 2020

"Quel genio particolare di Tito". Spuntano le parole choc di Biden

da "Il Giornale" del 9/11/2020

https://www.ilgiornale.it/news/mondo/genio-particolare-tito-spuntano-parole-choc-biden-1902134.html

Biden partecipò ai funerali di "Kardelj”, uno dei responsabili dell’esodo di 250mila italiani. E su Tito: "Era molto astuto"

Il presidente americano eletto, Joe Biden, era un fan di Tito, il boia degli italiani scaraventati nelle foibe? Sicuramente i rapporti sono stati diretti e molto cordiali, come risulta da una lettera dell’allora senatore a "Sua Eccellenza, il Maresciallo Josip Broz Tito".

E da una sorprendente dichiarazione, stile colpo di fulmine, da vicepresidente degli Stati Uniti in visita a Belgrado sulla prima volta con il capo comunista: "Uno degli incontri più affascinanti che abbia mai avuto in vita mia". Per non parlare del libro di Biden dove definisce Tito "un genio".
Nel 1979 Biden si era recato a Lubiana con una delegazione Usa per “la triste scomparsa di Edvard Kardelj”, braccio destro di Tito, uno dei responsabili dell’esodo di 250mila italiani dall’Istria, Fiume e Dalmazia dopo la fine della seconda guerra mondiale. Il futuro presidente americano nella lettera del primo marzo 1979 scriveva al dittatore: “Gentile Signor Presidente, desidero ringraziarla ancora per la sua preziosa ospitalità durante la mia recente visita in Jugoslavia”. E aggiungeva di avere molto apprezzato “il nostro scambio di opinioni”.

mercoledì 4 novembre 2020

Una lezione particolare

Un professore di filosofia, ateo, resta immobile davanti ai ragazzi della sua classe. Poi dice ad uno dei suoi studenti di alzarsi e gli chiede:

Tu sei cristiano, ragazzo”

Sì, signore” replica lo studente.

Ed inizia a fare delle domande a cui lo studente risponde prontamente: “Allora credi in Dio?”

Certamente.”

Il professore continua “Dio è buono?”

Lo studente: “Certo! Dio è buono.”

Dio è onnipotente? Dio può fare qualsiasi cosa?” ribatte il professore.

Sì, si”

Poi chiede al ragazzo “Tu sei buono o cattivo?”